Lupus In Fabula

Atteso e Inaspettato


Lupus in Fabula arriva quando tutti ne parlano, lo aspettano.
Si rivela inaspettato nel gusto e nelle sensazioni che regala.
Il detto lupus in fabula si adopera al sopraggiungere improvviso di una persona o di una cosa nel momento in cui se ne sta parlando.
Il detto deriva da una favola di Fedro, celebre scrittore di favole vissuto a Roma nel I secolo.

Il Lupo e l'Agnello

Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si ritrovarono a bere nello stesso ruscello. Il lupo era più a monte, mentre l'agnello beveva a una certa distanza, verso valle. La fame però spinse il lupo ad attaccar briga e allora disse: "Perché osi intorbidarmi l'acqua?"
L'agnello tremando rispose: "Come posso fare questo se l'acqua scorre da te a me?"
"E' vero, ma tu sei mesi fa mi hai insultato con brutte parole".
"Impossibile, sei mesi fa non ero ancora nato".
"Allora" riprese il lupo "fu certamente tuo padre a rivolgermi tutte quelle villanie". Quindi saltò addosso all'agnello e se lo mangiò.
Questo racconto è rivolto a tutti coloro che opprimono i giusti nascondendosi dietro falsi pretesti.